LA FRASE DEL GIORNO

"Se vuoi che qualcosa dia detto, chiedi ad un uomo.
Se vuoi che qualcosa sia fatto chiedi ad una donna"
[M. Tatcher]

FRAMMENTI DI TESSUTO CEREBRALE...

18 giugno 2009

"Frammenti di tessuto cerebrale, simili a lanugine umida e grigia, punteggiavano le maniche del camice macchiato di sangue della Dottoressa Kay Scarpetta"

L'altro ieri pomeriggio mi suona il cellulare:
Io: Pronto?
L'altra: Buongiorno, è la biblioteca. Volevo solo avvisarla che è arrivato il libro che ha chiesto.
Io: WOW!!!

Ieri mattina alle 9 in punto (orario di apertura) mi presento al banco della biblioteca e ritiro LUI.
LUI è il nuovo capolavoro di Patricia Cornwell "Kay Scarpetta_20 anni di indagini".
LUI arriva 5 anni dopo "Calliphora", un'attesa lunghissima.
LUI comincia con "Frammenti di tessuto cerebrale" e riesce a catapultarmi magicamente nell'obitorio, tutto molto freddo, molto "grigio" se si esclude il rosso del sangue. Sono lì anche io, con Kay e con Fielding. Posso sentire la Dottoressa che parla con Benton (suo marito e agente FBI), mi chiedo come starà Lucy sua nipote e che fine ha fatto Marino, ispettore di polizia che nell'ultimo libro aveva tentato di violentarla annebbiato dai fumi dell'alcol.

Li conosco tutti ormai, sono "di famiglia". Ho costruito le loro immagini attraverso i pochi indizi che si trovano nei libri: Kay dottoressa 50enne e affascinante, Marino grasso e "viscido", Lucy la nipote alta slanciata e intelligente come pochi ma tanto sola, Benton con pochi capelli ma dal fisico ancora atletico.

Adoro leggere, è una bellissima abitudine che mi ha trasmesso mia mamma: un paio di pagine per conciliare il sonno, lo facevo in seconda elementare con "I Racconta Storie", lo facevo nelle medie con i primi gialli x ragazzi (e il Cioè!!), lo facevo a 20 anni con i tascabili a 2.00€, lo faccio ora con Kay, Bosch, Rhyme e tutti gli altri....e spero di continuare a farlo sino a 100 anni!







10 post:

Bida 18 giugno 2009 12:31  

Senza alcuna ombra di dubbio, LEGGERE è una cosa meravigliosa!
Non so da chi io abbia ereditato questa bella cosa. Credo da mia nonna che non avendo tempo per leggere (faceva la ricamatrice),da piccola mi faceva leggere ad alta voce in modo che era un po' come se anche lei in quel momento stesse leggendo.
Uno dei primi libri che risordo (a parte le classiche fiabe) è Piccole donne e Piccole donne crescono..che bei ricordi!!
Se potessi "contagerei" tutti con sta bella e sana abitudine!
Per noi italiani ci "rinfresca" l'uso della ns madre lingua, aiuta anche con l'italiano a scuola, e per uno straniero ritengo possa essere un valido mezzo per imparare e quindi distorcere il meno possibile le parole, e quindi farsi capire e capire egli stesso quello che si dice.

Spero di riappropriarmi anch'io di qsta sana abitudine quanto prima!!

ma scusa...è VERO CHE SEI GIOVANISSIMA...ma non ricordavo COSI' GIOVANISSIMA!!!

mi sento la nonna belarda della situazione...

katiu 18 giugno 2009 13:01  

I Racconta Storie li avevo anche io, ed era mia abitudine ascoltarli fino allo sfinimento.
Poi ho cominciato a leggere, nessun libro classico per bambini però, ma sono partita subito con storie di fantasmi e di mostri, di draghi e di maghi guerrieri (sarò caduta dal seggiolone da piccola?).

Questa abitudine l'ho ereditata sicuramente dalla mamma, che anche ora legge, legge, legge ..

Per fortuna che le statistiche che ci propinano dicono sempre che gli italiani sono un popolo di persone che non si accultura tramite la lettura.
Leggeremo mica tutto noi?!?!

sweet candy 18 giugno 2009 14:23  

Io un tempo leggevo molto di più, adesso vado a periodi, cmq, tornando all'infanzia, oltre a piccole donne mi era piaciuta un sacco Pollyanna e la sua capacità di vedere sempre il lato positivo in ogni situazione...che mito!
Di 'key scarpetta' invece ne ho letto uno solo, perchè una cara amica era un'appassionata di Patricia C. e me l'aveva consigliato, ma non mi aveva entusiasmato!

xina 18 giugno 2009 16:20  

Sweet anche io ho letto Pollyanna, letto e riletto: mi era piaciuto tantissimo! Avevo anche il libro di Georgie....che belle storie!

Io poi ho avuto la fortuna di avere lo zio che quando ero alle elementari aveva un'edicola, x cui mi passava "sottobanco" (oltre alle figurine) il Topolino, il Corriere dei Piccoli e altri libricini x bambini!!

xina 18 giugno 2009 16:21  

Dani....hai ragione: non costavano 2€i libri, ma 2000 lire....

Bida 18 giugno 2009 16:29  

il mio secondo libro era un libro hitchcock (spero si scriva così!): Rebecca la prima moglie!
e l'ho letto di nascosto perchè avendo circa 9 anni i nonni mi avevano detto che non era adatto a me..e quindi lo leggevo di nascosto..anche sotto le coperte la sera con la pila...
BELLISSIMO!!

io non sono caduta dal seggiolone da piccola..ma ho fatto parecchi VOLI...anche peggio che cadere dal seggiolone...
ECCO SPIEGATE MOOOOOLTE COSE!!!

Ivy 18 giugno 2009 16:40  

Come si dice???????? Meglio tardi che mai??? Io ho cominciato a leggere e ad entusiasmarmi e a farmi prendere a 32 anni! Sì solo poco tempo fa ho comciato esattamente mentro ero al mare ...
Ho letto "La regina della casa" di Sophie Kinsella, troppo bello, l'ho divorato, tornata a casa avevo bisogno di libri ... non trovavo niente in casa,(per forza non me ne sono mai curata!) ma poi è saltato fuori "L'Alchimista" di Coehl, regalato a Denix anni e anni fa da un suo amico. L'ho letto tutto anche se la tentazione di piantare lì era forte, non mi è piaciuto, ma come una droga, non avevo altro e sono arrivata alla fine lo stesso.
Adesso stò leggendo "La ragazza di polvere" di Connely, e sono alle fasi finali.
Per fortuna ho due biblioteche personali Xina ricordati che io ho preso il biglietto e sono il numero uno per i libri della Patricia, in più la cugina di Denix, anche lei ben fornita.
EVVIVA PER UN PO' SONO A POSTO!
GRAZIE!

sweet candy 19 giugno 2009 12:12  

Ivy, quelli di Sophie Kinsella sono belli, mi fanno troppo ridere, anche se la protagonista di I love shopping (leggili tutti in ordine mi raccomando!) con certe sue trovate mi mette un po' di ansia... :D
Come non t'è piaciuto l'Alchimista, è bellissimo!

Hai capito che fortunella Eliana, con lo zio che aveva l'edicola!?! E Poochie lo leggevi?

Ivy 19 giugno 2009 14:59  

Poochie belloooooooooooooo
No Sweet per niente, on mi è piaciuto neanche un pò!
Concordo con te invece sulla Kinsella, ne ho letto solo uno ma se tutti sono così, c'è da divertirsi!

xina 24 giugno 2009 11:43  

Poochie!!! Bellissimo!!!!
Tanto x la cronaca: sono arrivata a metà del libro di Kay...è doverso dagli altri, impiega più pagine a "decollare", all'inizio quasi quasi non mi entusiasmava più di tanto, ammetto che ne ero quasi delusa (dopo tutte le aspettative che avevo!).....invece ora....lo consiglio!