LA FRASE DEL GIORNO

"Se vuoi che qualcosa dia detto, chiedi ad un uomo.
Se vuoi che qualcosa sia fatto chiedi ad una donna"
[M. Tatcher]

FORZA ITALIA!

11 giugno 2010

E anche quest'anno, puntuali come l'anno bisestile, cominciano i Campionati del Mondo di Calcio.


Non sono una grande appassionata di questo sport, ma i mondiali mi acchiappano un casino.

Il primo ricordo di questa manisfestazione risale al 1982: non ho ricordi della vittoria o di qualche episodio in particolare. Ma ci eravamo traferiti da poco nella casa nuova e ho in testa la foto di mio zio sul terrazzo di casa con mio papà a guardarsi la partita.


Uno dei ricordi più vivi è quello del 1990. Il mondiale giocato in casa. Il mondiale del pupazzetto "Ciao". Il mondiale delle note di "non è una favola, e dagli spogliatoi, escono i ragazzi e siamo noi!". Il mondiale del gol di Caniggia che ci ha bruciato la finale. Ma soprattutto il mondiale di Roberto Baggio.....mamma mia quanto mi piaceva!!!


Poi ci fu il mondiale del 1996, perso in finale ai rigori contro il Brasile. Ricordo il viso di Baresi e di Baggio quando li sbagliarono. .....E ricordo che visto che c'era poco da festeggiare, subito dopo la partita mi feci accompagnare a casa in moto dal ragazzo che tanto mi piaceva!!! (una storia durata poi ben....2 mesi e mezzo!!)

Del 1998 non ricordo nulla, solo che era l'italia di Maldini....


Del 2002 ricordo Trapattoni che si lavava le mani con l'acqua Santa sotto la panchina e l'arbitro Moreno. E ricordo lo svanire del sogno di vedere ancora Baggio in Nazionale.


E finalmente si arriva al 2006. Beh il 2006 è costellato di ricordi.

Ricordi della bandiera messa sul terrazzo e volata via ben due volte (la seconda non l'ho più ritrovata...).
Ricordi del mio bimbo di un anno con la maglia di Toni (taglia 4/5 anni!).
Ricordi della partita sentita mentre tornavo dal mare, dove un giornalista diede del cretino a De Rossi (disse proprio in radio: E' UN CRETINO! e lo ripetè non so quante volte) x essersi fatto espellere.
E ricordi soprattutto della finale. Dell'ansia, della paura, della testata di Zidane.
Dell'emozione di arrivare ai rigori.
Dei rigori visti dalla finestra mentre cercavo di far addormentare Lorenzo in giardino.
Di Lorenzo che finchè tutti non hanno esultato non si è addormentato.
Della coda fatta per tornare a casa, con tutti che suonavano, tutti felici, tutti uniti.
Di capitan Cannavaro che alza la Coppa.

Tanti tanti ricordi. E tante tante emozioni.

E stasera si riparte. Anche se giocheremo solo lunedì, la bandiera è lì, sventolante sul mio balcone. E speriamo di tenercela più a lungo possibile!


FORZA AZZURRI!!!









1 post:

katiu 11 giugno 2010 12:34  

Io quelli che ricordo meglio sono quelli del 94, in America.
I precedenti non li guardavo, non ero ancora interessata al "mondo sportivo"..
I successivi li ho ascoltati solo alla radio, senza essere ua grande tifosa ..